Cipro – Una meravigliosa esperienza per Opes Daza al MEDITERRANEAN DANCE OPEN CHAMPIONSHIP.

Grande emozione quella vissuta dall’Opes Danza il 23 e il 24 Giugno a Cipro, proprio questo week end infatti il Responsabile Nazionale Opes Danza Alfonso Di Prisco è stato ospite del MEDITERRANEAN DANCE OPEN CHAMPIONSHIP CYPRUS 2018.

Un’evento unico al quale hanno preso parte i più importanti giudici del mondo, due giorni di grande emozione hanno atteso l’Opes Danza che con la collaboratrice croata Slobodanka Tintor ha preso parte ad uno dei più importanti concorsi d’Europa.

Dall’Italia oltre all’ospite d’onore il maestro Alfonso Di Prisco vi era presente come giudice internazionale il maestro Mauro D’Ambrosi e il maestro Alfredo Sgroi.

La Coppa del Mediterraneo, ospitato nello splendido scenario di Cipro, è stato un evento di grande spunto per l’Opes Danza che per il nuovo anno accademico ha in cantiere tantissime nuove tappe e tanti innovativi progetti.

Tale competizione oltre ad avere una grande importanza nel Mediterraneo, è stato anche un concorso con un’organizzazione impeccabile che ha visto giudici provenienti da vari paesi quali Corea, Israele, Belgio, Bulgaria, Serbia, Italia e Grecia.

Lo scopo era quello di riunire i migliori ballerini e giudici di tutto il mondo promuovendo lo sport, il rispetto per le altre persone  e per le altre culture.

Questa collaborazione con l’Opes Danza , oltre a portare benefici in termini di scambio culturale e incontro tra realtà differenti, vuole essere anche un altro chiaro esempio di apertura verso l’altro e soprattutto primo passo verso il “No Racism”.

I tantissimi ballerini che hanno preso quindi parte alla competizione hanno avuto la possibilità di confrontarsi tra loro non solo dal punto di vista sportivo ma anche dal punto di vista umano in diverse discipline.

Un evento così brillante non sarebbe stato tale però  senza la passione, la dedizione e il sostegno di tutti gli interessati; proprio per il successo ottenuto l’organizzazione e con loro anche l’ Opes Danza stanno già guardando avanti ai nuovi progetti per il prossimo anno accademico.

About The Author

Related posts