ISTRUTTORI

ISTRUTTORI Sì

…ma con quale titolo?

Si raccomanda ai Rappresentati Legali della ASD e/o SSD di tener conto che, nell’ambito del riconoscimento dei Titoli Tecnico-Sportivi per Istruttori, Allenatori, Maestri, ecc., per leggi vigenti Italiane, gli unici Titoli Riconosciuti sono quelli rilasciati da:

  1. FACOLTA’ DI SCIENZE MOTORIE E/O ISEF;
  2. FEDERAZIONI SPORTIVE NAZIONALI E DISCIPLINE ASSOCIATE RICONOSCIUTE DAL CONI;
  3. ENTI DI PROMOZIONE SPORTIVA RICONOSCIUTI DAL CONI;

I Titoli, non rilasciati dai suddetti Enti, non hanno validità legale per l’espletamento della figura di Istruttore, Allenatore, Maestro ecc. Tale condizione comporta, sotto gli aspetti fiscali, l’impossibilità di applicare a norma dei rimborsi forfettari di spesa secondo le modalità stabilite dalla Legge 342/2000, pertanto tale attività viene configurata quale commerciale e/o professionale, quindi soggetta all’ applicazione della normativa ENPALS.

Sulla base di tale indirizzo, si evidenzia che, anche sotto il profilo assicurativo si potrebbe verificare una condizione in cui la compagnia di assicurazione potrebbe non riconoscere la risarcibilità di un eventuale danno, causato da sinistro, verificatosi durante lo svolgimento dell’ attività, dovuta appunto alla invalidità del Titolo Legale di Istruttore. Per quanti desiderassero regolarizzare la propria posizione in base agli aspetti Tecnico-Sportivi, Legali e Fiscali ASI-FEDS, nel rispetto del proprio Regolamento Organico, potrà convertire il Titolo Privato (non riconosciuto dalla vigente legislazione), in una qualifica tecnica qcuipollente dell’ ente, senza nulla togliere al Titolo Privato, che rimane una Qualifica Culturale acquisita.

About The Author

Related posts