Le manifestazioni dell’OPES DANZA- Coordinate anche da Giovane che sconta condanna in Ambito Sociale. Sentenza emessa dal Ministero della Giustizia.

L’Opes danza apre le porte ad un giovanissimo che sta seguendo un progetto di reinserimento e inclusione sociale con il Ministero della Giustizia.

L’obiettivo primario di questa iniziativa promossa dal Comune di San Marzano sul Sarno in collaborazione con l’Opes Danza è quella di portare all’eliminazione di quelle condizioni che potrebbero per sempre segnare la vita del giovane.

La sfida per la realizzazione del progetto è quella di riuscire a coinvolgere il giovane in tutte le attività di promozione sportiva di cui il nostro Ente si occupa in modo tale da riuscire, a fine progetto, a coinvolgere interamente il ragazzo in varie attività sportive.

L’idea dell’Opes Danza (settore nazionale di disciplina sportiva) in qualità di Ente riconosciuto dal CONI è quella di far si che il giovane possa arrivare ad ottenere attraverso questo percorso un riconoscimento che gli dia la possibilità di essere coinvolto nell’ambito sportivo anche a livello professionale; affinché lui possa così entrare in contatto con un mondo che oggi offre tantissime opportunità e attraverso il quale potrà riuscire a portare fuori il massimo delle sue potenzialità.

Grande dunque la soddisfazione per  il nostro Ente accreditato come ospitante e anche per il Comune di San Marzano sul Sarno nelle persone di Colomba Farina, assessore alle Politiche Sociali, dell’assistente sociale Dott.ssa Caliendo e dell’educatrice Dott.ssa Maria Bisogno.

“Tale progetto è la dimostrazione che è possibile fare sinergia, utilizzando gli strumenti utili per ridare speranza e nuove opportunità sociali” così ha dichiarato l’Assessore.

L’Amministrazione Comunale retta dal Sindaco Cosimo Annunziata sta lavorando per garantire sempre maggiori servizi ai cittadini e l’Opes Danza in questo si auspica di poter essere sempre in prima linea.

Si ringrazia a tal proposito il giornale “La Città”che ha deciso di dedicare qualche riga all’iniziativa.

Leggi l’articolo.

About The Author

Related posts